Skip to main content

Le forme di accoglienza

Affido a tempo pieno

È un’accoglienza residenziale del minorenne presso l’abitazione degli affidatari. Il bambino/ragazzo vive con la fami-glia affidataria e incontra la famiglia d’origine in alcuni giorni e orari stabiliti insieme al Servizio Sociale o dal Servizio Tutela Minori.

Affido part time

È un’accoglienza di un minorenne, in giorni ed orari stabiliti nel corso della settimana, presso l’abitazione degli affidatari. Si tratta quindi di un progetto modulabile in base alle necessità di ogni singola situazione. Permette a un bambi-no/ragazzo di trascorrere alcuni momenti di quotidianità al di fuori della propria famiglia in difficoltà, sperimentando un contesto/modello familiare diverso, relazioni differenti e “nutritive”.

Prossimità familiare

Non si tratta propriamente di affido, ma di un’esperienza di solidarietà e volontariato. La famiglia accogliente dedica alcune ore della settimana a sostegno di un minorenne e/o della sua famiglia.
Quando il focus dell’intervento è più centrato sul bambino/ragazzo parliamo di famiglia d’appoggio (es. aiuto nello svolgimento dei compiti, accompagnamento a visite mediche e attività sportive…), quando l’aiuto è più rivolto all’intero nucleo familiare parliamo di affiancamento familiare (es. supporto del genitore nelle incombenze quotidiane, nei contatti con la scuola, nella compilazione della modulistica, nell’uso di strumenti tecnologici…).

Affido professionale

L’affido professionale è una forma specifica di affido familiare e prevede la gestione di progetti a favore di bambini o ragazzi che richiedono, oltre la capacità di accoglienza personale e familiare, un investimento di tempo elevato, una chiara disponibilità a collaborare con una pluralità di soggetti e l’accettazione di uno stretto monitoraggio e sostegno da parte di una figura educativa, il tutor.